VIGOR TRANI Nodo-stadio: la società chiede il prolungamento della concessione

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Giovedì, 18 Maggio 2017 07:26

Il presidente Amato: “Abbiamo già inoltrato domanda al Comune, vogliamo riqualificare il Comunale”. Sopralluogo degli ingegneri per l’impianto d’illuminazione

VIGOR TRANI Nodo-stadio: la società chiede il prolungamento della concessione Foto: Vigor Trani Calcio

La Vigor Trani chiede certezza e chiarezza in tempi brevi all’amministrazione comunale: è quanto emerso nel corso della conferenza stampa indetta dalla società per fare il punto della situazione.

Il vicepresidente Alberto Altieri ha sottolineato la necessità che la città non si faccia sfuggire un’opportunità che sembra davvero l’ultimo treno: “Sarebbe incredibile non accettare la proposta di una società non tranese che finalmente “regalerebbe” a Trani il famigerato impianto di illuminazione per poi effettuare interventi importanti in uno stadio che è andato in deperimento a causa delle scellerate gestioni precedenti. Vorrei sapere - prosegue - se per realizzare tutto ciò che è già pronto abbiamo una disponibilità temporale tale da poter agire subito, avviando un progetto volto a rilanciare la città. Bisogna concedere una gestione decennale per poter attuare quegli interventi che garantiscano un futuro allo stadio ed al calcio cittadino. Noi dobbiamo anche allestire la squadra - conclude - al di là della categoria e corriamo seriamente il rischio di giocare in campo neutro”.

Il presidente Michele Amato si è così espresso: “Ci siamo già mossi all’indomani dell’amara retrocessione che abbiamo provato ad evitare fino all’ultimo. L’assetto sportivo è naturalmente connesso alle vicende strutturali: è già stata protocollata la richiesta per il prolungamento della concessione, ci siamo impegnati a realizzare l’impianto d’illuminazione e tutti gli interventi atti a riqualificare uno stadio che ha troppe anomalie. La burocrazia, purtroppo,  ha tempi differenti dai nostri ma urge iniziare fin dai primi di giugno in quanto il progetto, interamente a nostro carico, sarà sviluppato in più anni. Nelle ultime ore c’è stato il sopralluogo degli ingegneri tenendo conto che dobbiamo omologare i fari alle nuove  norme valide fino alla Lega Pro. Per quanto riguarda la prossima stagione calcistica, tenteremo di ottenere il ripescaggio di cui il Trani non ha mai usufruito nella propria storia”.

Marco Cantatore

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics