Sticchi Damiani: "Risultato condizionato. Rigore da ripetere e regolamento non applicato"

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Domenica, 10 Novembre 2019 17:08

Nel post partita di Lazio-Lecce parla solo il presidente giallorosso, nervosi Liverani e i calciatori

Il presidente Sticchi Damiani Il presidente Sticchi Damiani Foto Pinto per Colpoditacco

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha parlato dopo la sconfitta per 4-2 contro la Lazio facendo alcune precisazioni in merito al gol annullato a Lapadula dopo il penalty sbagliato da Babacar sul risultato di 2-1. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport"È una partita che lascia rimpianti e recriminazioni. La squadra ha fatto una grande prestazione, il campo ha detto cose diverse rispetto al risultato, determinato da interpretazioni discutibili dell’arbitro. Ad esempio sul gol di Lapadula annullato, c’è una regola 14 che spiega come il rigore debba essere ribattuto se contemporaneamente in area entrano giocatori di una squadra e dall’altra. Ai nostri tifosi è difficile spiegare la prassi, il regolamento è chiaro. Non sono venuto qui a commentare anche il rigore su Calderoni, che sono costretto ad accettare nonostante il nostro calciatore abbia subito un fallo, parlo solo di regole che devono essere applicate. È un errore clamoroso, poi è chiaro che si tratta di due rigori molto severi. È stata una partita giocata benissimo dal mio Lecce, forse nel calcio si sta un po’ esagerando con questi cavilli burocratici".

Facebook

Real Time Web Analytics