SIRACUSA-LECCE 1-3 Armellino, Di Piazza, Tsonev e la capolista cala il tris!

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Sabato, 11 Novembre 2017 17:15

Il Lecce vince e convince sbancando Siracusa. Armellino, Di Piazza e una perla di Tsonev permettono alla capolista di calare il tris e di confermare il primato. Serve a poco, invece, la rete siglata da Catania al 74'

Il Lecce sbanca Siracusa con i gol di Armellino, Di Piazza e Tsonev Il Lecce sbanca Siracusa con i gol di Armellino, Di Piazza e Tsonev Foto lapresse

Nel quattordicesimo turno la capolista Lecce è ospite del Siracusa, quarta forza del torneo. Bianco si schiera col 4-2-3-1 con Scardina come unica punta, Liverani risponde col consueto 4-3-1-2 con il bulgaro Tsonev alle spalle di Di Piazza e Torromino. Dopo 10 minuti Di Matteo esce a causa di un problema al ginocchio destro, al suo posto dentro Ciancio. I salentini partono forte e al 15' passano in vantaggio: Torromino calcia da fuori, Costa Ferreira raccoglie sulla catena di sinistra e rimette al centro proprio per l'attaccante calabrese che ci riprova trovando l'opposizione di un difensore, la palla resta ancora lì e Armellino ne approfitta scaraventando la sfera in porta. È 0-1, primo centro in maglia giallorossa per l'ex Matera. Il Siracusa reagisce immediatamente, Scardina prova la girata di testa e sfiora il palo al minuto 17. Poco dopo, calcio di punizione dalla trequarti e mischia furibonda che si conclude con il tentativo ravvicinato di Giordano il quale non inquadra la porta per questione di centimetri. Altro cambio obbligato per Liverani, Costa Ferreira subisce un colpo e abbandona il campo: entra Pacilli e Tsonev si abbassa nel ruolo di mezz'ala sinistra. Al 21' assolo personale di Di Piazza che manda a vuoto l'intero pacchetto arretrato e calcia con la punta trovando la pronta respinta di Tomei. Tre minuti più tardi, al 24', Di Piazza non sbaglia: Tsonev ruba un pallone in mezzo al campo, alza la testa e serve tra le linee il centravanti palermitano che mette a sedere il portiere e deposita in rete col mancino. Settimo centro stagionale per l'ex Foggia. Salentini che continuano ad attaccare sfiorando anche il tris al 37' con Torromino che, servito proprio da Di Piazza, calcia sul primo palo e Tomei si rifugia in corner. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-2. 

Nella seconda frazione i padroni di casa provano a riaprirla con un tiro di Mancino dalla distanza, Perucchini respinge in tuffo. Il Lecce replica con Di Piazza che serve Armellino, botta sul primo palo deviata in angolo da Tomei. La gara procede a ritmi piacevoli, il Lecce sfoggia un calcio di qualità e al 64' Tsonev firma il tris con una vera e propria perla: volée mancina dal vertice sinistro dell'area di rigore che si spegne sotto l'incrocio dei pali. Risultato in archivio e applausi anche da parte del pubblico siculo nei confronti del bulgaro. In realtà, il Siracusa non depone le armi e Catania trova il gol dell'1-3 sugli sviluppi di un calcio d'angolo calciato da Mancino dalla destra. Liverani non apprezza e sprona i suoi a tenere alta la concentrazione. Rientrano in panchina anche Torromino e Di Piazza, subentrano Drudi e Caturano. Accade veramente poco e i giallorossi gestiscono il parziale. Non c'è più tempo, la capolista vince e convince confermando il primato in classifica. Prestazione impeccabile, encomiabile e quasi perfetta. Il Lecce di Liverani è tornato anche sotto il profilo del gioco, Catania e Trapani sono avvisate.

SIRACUSA-LECCE 1-3

SIRACUSA (3-5-1-1): Tomei; De Vito, Turati, Magnani (64′ Mangiacasale); Daffara, Giordano (83′ Mazzocchi), Spinelli, Mancino, Liotti (54′ Parisi); Catania; Scardina (54′ Bernardo). Panchina: D’Alessandro, Plescia, Vicaroni, Mucciante, Grillo, Punzi, Toscano, Sandomenico. Allenatore: Paolo Bianco.

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo (12′ Ciancio); Armellino, Arrigoni, Costa Ferreira (31′ Pacilli); Tsonev; Di Piazza (77′ Drudi), Torromino (77′ Caturano). Panchina: Chironi, Vicino, Valeri, Lezzi, Gambardella, Avantaggiato. Allenatore: Fabio Liverani.

ARBITRO: Andrea Mei di Pesaro (Daniele Marchi di Bologna, Alessio Saccenti di Modena).

RETI15′ Armellino (L), 24′ Di Piazza (L), 64′ Tsonev (L); 73′ Catania (S)

AMMONITI: Riccardi, Tsonev, Pacilli (L).

ESPULSI: Al 76′ mister Paolo Bianco (S).

CLASSIFICA: Lecce 33; Catania, Trapani 25; Siracusa 23; Monopoli 22; Rende 20; V.Francavilla 19; Matera 18; Reggina, Juve Stabia 17; Catanzaro, Bisceglie 15; Sicula Leonzio, Fondi 13; Cosenza 12; Paganese 10; Akragas, Casertana, Fidelis Andria 9. 

Luigi D'Ambrosio

I più Letti

Facebook

 

 

Real Time Web Analytics