PAGELLE LECCE-ROMA 0-1 L'atteggiamento dei giallorossi lascia ben sperare

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Lunedì, 30 Settembre 2019 15:28

Calderoni è in ottima forma. Gabriel para il rigore di Kolarov, ma non è impeccabile sul gol di Dzeko

PAGELLE LECCE-ROMA 0-1 L'atteggiamento dei giallorossi lascia ben sperare foto Roma Twitter

GABRIEL 5,5 - Fare il portiere è il ruolo più difficile perché ogni errore si paga a caro prezzo. Sul gol di testa di Dzeko non è irresistibile e sicuramente l'estremo difensore leccese avrebbe dovuto fare meglio. Il balzo felino con cui para il rigore salva parzialmente una giornata da dimenticare.

RISPOLI 6 - Spinta efficace con cross interessanti. In fase difensiva può e deve dare di più. Comunque è sulla buona strada.

LUCIONI 6 - Partita impeccabile, ma anche sfortunata. Sul gol di Dzeko, la difesa è in fase di uscita e viene presa in contropiede dall'errore di Majer. Sull'assegnazione del rigore, sul tiro di Dzeko non può certo tagliarsi il braccio.

ROSSETTINI 6 - Concentrato per tutta la partita. L'errore, sul gol subito, scatena un effetto domino che coinvolge anche lui.

CALDERONI 6,5 - Determinazione e voglia di far bene si vedono sin dalle prime battute. Corre qualche rischio in fase offensiva perdendo alcuni palloni importanti ma ne gioca un'infinità ed è sempre propositivo.

TACHTSIDIS 6,5 - Fornisce un ottimo contributo alla squadra soprattutto in fase difensiva, murando molto bene l'avversario di turno. In fase offensiva dà spesso il via alle ripartenze leccesi (63' IMBULA 5,5 - In ritardo di condizione, rallenta il gioco permettendo alla Roma di coprirsi).

PETRICCIONE 6 - Agisce sul centrosinistra mostrando carattere e intelligenza tattica. Benissimo fino alla trequarti, dove trova un'opposizione romanista molto organizzata.

MAJER 5,5 - Suo l'errore decisivo con cui la Roma conquista l'intera posta in palio. Fino a quel momento non demerita, ma l'incidente di percorso lo fa sparire dalla scena. Provato psicologicamente, forse, sarebbe stato meglio sostituire lui e non Tachtsidis.

MANCOSU 6,5 - Qualità a disposizione della squadra. Assume un ruolo strategico alternandosi sia come terza punta che come trequartista. Inoltre, aiuta i compagni in fase difensiva. Prova più volte il tiro e in un'occasione, smarcato in area da Falco, Pau Lopez salva il risultato murandolo tempestivamente (52' SHAKOV 5,5 - Qualche giocata appariscente, nulla più; non lascia alcun segno alla gara).

FALCO 6,5 - Pungente e fastidioso viene spesso fermato con le cattive. Scalda il pubblico con giocate brillanti ed efficaci. Da una sua spettacolare ripartenza, partito dalla propria metà campo, pecca di egoismo. L'azione sfuma nel nulla con il compagno smarcato alla sua destra.

BABACAR 6 - Gioca per la squadra. Il pubblico applaude i suoi recuperi in fase difensiva; buono, altresì, il contributo in attacco, dove Florenzi è costretto a rinunciare alle sue sortite offensive. Non ancora al meglio fisicamente, esce stremato tra gli applausi (76' LA MANTIA - s.v. Entra nel momento più difficile della gara quando la Roma abbassa la saracinesca difensiva).

LIVERANI 6 - La squadra tenta sempre di giocare un buon calcio e questo è un gran merito. Una sconfitta evitabile perché scaturita da un banalissimo errore in uscita. Con l'uscita di Mancosu e Tachtsidis, è venuta meno la qualità. L'atteggiamento della squadra, comunque, lascia ben sperare per il futuro.

Vincenzo Congedo   

Facebook

Real Time Web Analytics