Pagelle Lecce-Genoa: tutti sottotono, Falco accende la luce e Taba risponde presente

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Lunedì, 09 Dicembre 2019 10:43

Il Lecce pareggia con il Genoa per 2-2. A seguire le pagelle dei giallorossi

Filippo Falco, gol e assist contro il Genoa Filippo Falco, gol e assist contro il Genoa Foto vivoazzurro
GABRIEL 5,5 - Commette un erroraccio che permette a Pandev di segnare lo 0-1, ma il gol era da annullare per la posizione irregolare di Pinamonti. Per il resto della gara, svolge il suo compito con attenzione e nella ripresa, sullo 0-2, salva, con un'uscita tempestiva su Agudelo, la terza capitolazione. Prodezza decisiva per il risultato finale.
 
RISPOLI 6 - Partita giocata con prudenza, anche troppa, nel primo tempo. Migliora gradualmente servendo un cross perfetto per La Mantia, il quale non riesce a segnare.
 
LUCIONI 5,5 - Guida bene la difesa, ma la sua giornata è rovinata dal fallo su Pandev da cui scaturisce il rigore dello 0-2. Inoltre si fa ammonire e salterà la prossima gara a Brescia.
 
DELL'ORCO 6 - Esordio da titolare al posto di Rossettini. Partita giocata con attenzione e senza timori reverenziali. Agudelo non riesce quasi mai ad avere la meglio e alla fine commette il fallo che gli costa l'espulsione.
 
CALDERONI 5,5 - Non gioca in condizioni ottimali perché si fa subito male. Condizionato, viene a mancare la sua spinta sulla sponda sinistra. Non è il Calderoni delle gare precedenti.
 
PETRICCIONE 6 - Soffocato non solo dai centrocampisti rossoblù, ma anche dalla giornata storta dei compagni di reparto. Il primo tempo è da dimenticare. Nella ripresa cambia tutto e il Modric giallorosso mette in evidenza le sue qualità. Ammonito, non giocherà a Brescia.
 
TACHTSIDIS 5 - Prova incolore con giocate fuori misura e fuori tempo. Irriconoscibile sotto tutti i punti di vista. Non credo che il regista greco possa giocare gare più brutte di questa. A Brescia si aspetta il riscatto.
 
MAJER 5 - Avulso dal gioco e poco reattivo. Concede un'infinità di passaggi sbagliati, uno dei quali fa scattare la ripartenza avversaria da cui scaturisce il rigore dello 0-2 (46' TABANELLI 6,5 - Entra subito in partita portando intensità e vigore fisico. Su assist di Falco, stacca di testa e realizza il 2-2 facendo esplodere lo stadio. Per come si erano messe le cose, la sua rete è importantissima perché permette di mantenere a distanza i rossoblù).
 
SHAKHOV 5,5 - Cerca in tutti i modi di darsi da fare, ma gira quasi sempre a vuoto (59' FARIAS 6,5 - Il suo livello tecnico permette alla squadra di sfiorare la vittoria. Quando ha la palla tra i piedi, nasce sempre qualcosa di positivo e per questo è guardato a vista dagli avversari).
 
BABACAR 5 - Approccio e atteggiamento non all'altezza delle aspettative, ma l'intera squadra non gira e lui ne risente. Gran parte del pubblico lo copre di fischi al momento del cambio, ora il senegalese dovrà trasformarli in applausi. (51' FALCO 8 - Il Mago di Pulsano è straordinario! Non solo cambia il corso della partita grazie alle sue giocate di grande spessore, ma trasmette anche la sua positività ai compagni. Una scossa ad alta tensione che porta il fantasista giallorosso a segnare un gol capolavoro e a offrire un assist perfetto a Tabanelli per il 2-2).
 
LA MANTIA 6 - Partita da combattimento. Lotta su ogni pallone cercando la via del gol che purtroppo non arriva per un soffio. In evidenza il suo ardore agonistico. Nel finale, rimedia una ferita alla testa. Il gol tra le mura amiche è solo rimandato.
 
LIVERANI 6 - Le scelte iniziali non convincono il pubblico il quale, comunque, applaude il cambio di rotta. Rimedia in tempo ai suoi errori, schierare insieme La Mantia e Babacar senza un fantasista alle loro spalle è un azzardo. Il tecnico giallorosso ha il merito di leggere bene la partita e prendere i giusti accorgimenti. Tuttavia, dopo le mediocrità del primo tempo, resta difficile da comprendere il mancato utilizzo di Imbula in mezzo al campo.
 
Vincenzo Congedo

Facebook

Real Time Web Analytics