NARDO'-POMIGLIANO 2-2 Un pazzo-Toro rimonta due reti ai campani

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Lunedì, 29 Gennaio 2018 17:07

I granata rimontano il doppio svantaggio ospite targato-Di Finizio e conquistano il decimo risultato utile consecutivo

NARDO'-POMIGLIANO 2-2 Un pazzo-Toro rimonta due reti ai campani Foto: Lucia Melcarne

XXI giornata di serie D. Al "Giovanni Paolo II", il Nardò ospita il Pomigliano di mister Catalano. 5-3-2 per i padroni di casa e 4-3-3 per gli ospiti. Assenti Bertacchi (squalificato) e G. Palmisano (convocato nella nazionale di serie D), tocca al giovane Bolognese fare il centrale di centrocampo, con A. Palmisano a destra e Prinari a sinistra. Davanti a Mirarco, Scipioni, Cassano e Caporale formano la linea difensiva, con Mangione e Versienti esterni. Le punte sono Agodirin e Cavaliere. Il Pomigliano si schiera con Caparro in porta; Allegra, Romeo, Mannone e Avella sulla linea difensiva; Di Roberto, Guidelli e Di Finizio sulla linea mediana e D. Pisani, V. Pisani e Marzullo in attacco. Giudice di gara il signor Cattaneo della sezione di Civitavecchia.

Parte bene il Nardò, accompagnato dal consueto calore del suo pubblico. Al 5', cross da sinistra di Versienti e stacco perentorio di Cavaliere, il cui colpo di testa costringe Caparro ad una prodigiosa deviazione in angolo; sugli sviluppi del corner Prinari, dal limite, esalta le qualità dell'estremo difensore campano. Sulla respinta, Caporale insacca, ma è tutto inutile, perchè l'arbitro fischia un fuori gioco. Palmisano e compagni si muovono bene. Si ha l'impressione che da un momento all'altro il risultato si possa sbloccare. Il Pomigliano, sornione, non sta a guardare e, al 13', Mirarco si distende, alla sua destra, per deviare il pericoloso tiro di V. Pisani. Cavaliere (al 14') e Versienti (al 23') non inquadrano lo specchio della porta. Al 24', una punizione di Marzullo dal limite finisce di poco a lato. In fase offensiva i campani si scambiano spesso le posizioni per favorire le incursioni dei centrocampisti, in particolare quelle di Di Finizio. Ed è proprio il numero undici, al 28', a sfruttare il filtrante di V. Pisani in aerea e realizzare il gol del vantaggio con un diagonale alla sinistra di Mirarco.  La reazione dei granata non è veemente; al 35', Bolognese perde palla in zona d'attacco e favorisce la ripartenza della squadra ospite che raddoppia con un tiro di Di Finizio dal limite. A questo punto Palmisano e compagni sfoderano la giusta determinazione e cominciano a rendersi pericolosi. E' Versienti il più propositivo. Sulla fascia sinistra i suoi raid offensivi mettono in difficoltà la difesa avversaria. Al 40', Palmisano manca per un soffio la deviazione in rete. Al 48', in pieno recupero, sul cross dell'esterno sinistro granata, si avventano Agodirin e Palmisano: la palla finisce in rete. Il tocco decisivo è quello del capitano e si va al riposo sull'1-2.

Nella ripresa c'è la convinzione di voler ribaltare la situazione. Trascorrono appena 30", quando una travolgente azione di Palmisano sulla destra, non è sfruttata a dovere da Cavaliere, il cui tiro è impreciso. La voglia di raddrizzare il corso della gara è accompagnato da molta imprecisione. Nemico numero uno, un inguardabile terreno di gioco, che favorisce l'avversario. Il Nardò va al tiro prima con Prinari, al 50', quindi con Cavaliere al 54' e al 70'. Bolognese ci riprova al 60'. Tutte le conclusioni risultano fuori misura. Il tempo trascorre inesorabilmente e la paura di non farcela pervade i giocatori. All'83', Capristo batte una punizione dalla destra in area con la sfera che arriva  a Cavaliere. Il numero nove estrae dal cilindro una straordinaria parabola (fotocopia della rete siglata quasi in concomitanza da Mertens in Napoli-Bologna), imprendibile per l'ottimo Caparro. 2-2 e pubblico in delirio! Si assiste agli ultimi minuti con trepidazione. All'87', Capristo smarca in area Cavaliere, che scarta il portiere, ma il fischio del direttore di gara rende tutto inutile. All'89', cross di Palmisano per Gaetani, il cui colpo di testa finisce sul fondo per questione di centimetri. Dopo 5' di recupero, arriva il triplice fischio del signor Cattaneo. La squadra granata raccoglie l'applauso del pubblico. Con questo pareggio, sono dieci i risultati utili consecutivi. 10 e lode a Taurino e suoi ragazzi.

NARDO' - POMIGLIANO 2-2: Di Finizio al 28' e 35', A. Palmisano al 48' p.t., Cavaliere all'83'

NARDO': Mirarco 6 (66' Selva 6); Scipioni 6, Cassano 6, Caporale 6; Mangione 6 (81' Capristo 6), A. Palmisano 6,5, Bolognese 5,5 (66' Gaetani 6), Prinari 6, Versienti 7; Agodirin 6, Cavaliere 7 (dal 90' Di Cosola s.v.). A disposizione: Trinchera, Rosato, Gigante, De Pascalis, O. Greco. All. Taurino in panchina Vergara 6,5.

POMIGLIANO: Caparro 7; Allegra 5,5, Romeo 6, Mannone 6, Avella 6; Di Roberto 6 (55' Labriola 6), Guidelli 6 (67' Chiavazzo), Di Finizio 7,5 (79' Vitiello s.v.); D. Pisani 6 (74' Marotta s.v.), V. Pisani 6, Marzullo 6,5. A disposizione: Alcolino, Savarese, Panico, Padulano, D'Angelo. All. Catalano 6,5     

AMMONITI:  Scipioni, A. Palmisano e Cassano (N); Caparro, Allegra, Avella, Mannone, D. Pisani, V. Pisani, Marzullo, Vitiello e Labriola (P).

ARBITRO: Cattaneo di Civitavecchia   ASSISTENTI: Biancucci di Pescara e Rinaldi di Policioro

RECUPERO: I t. 2'+2' - II t. 5'

Vincenzo Congedo        

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics