MATERA-LECCE 0-1 Un missile di Mancosu lancia la capolista! Salentini a più 4 sul Catania

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Sabato, 21 Ottobre 2017 20:29

Il Lecce vince e sbanca Matera grazie al grandissimo gol realizzato nella ripresa da Mancosu. I giallorossi, complice il ko del Catania, volano e allungano in vetta portandosi a più 4 sugli etnei

Il Lecce sbanca Matera con un gol di Mancosu e vola a più 4 sul Catania Il Lecce sbanca Matera con un gol di Mancosu e vola a più 4 sul Catania Foto lapresse

Nella decima giornata del campionato di Serie C, la capolista Lecce è ospite del Matera, quarta forza del torneo. Auteri si schiera col 3-4-3 con Casoli, Giovinco e Strambelli nel tridente. Liverani risponde col consueto 4-3-1-2 in attacco, a sorpresa, non c'è Di Piazza al fianco di Caturano, ma Torromino. La partita è vivace sin dai primi minuti, il Matera ci prova da fuori prima con l'ex Angelo e poi con Strambelli, nulla di preoccupante per Perucchini. Al 9' Lepore tenta dalla grande distanza, destro potente che termina di poco a lato. Arrigoni spara da fuori dopo una respinta corta, sassata che sorvola di poco la traversa. Al 12' occasionissima per il Matera: cross di Strambelli dalla destra, Giovinco colpisce di testa e Perucchini si supera compiendo un intervento prodigioso. Al 14' Pacilli sale in cattedra e calcia dai 30 metri trovando la straordinaria risposta di Golubovic che si rifugia in angolo con la mano di rientro. Alla mezz'ora, ancora Pacilli, si infila tra le linee e con il destro, non il suo piede, mette in seria difficoltà l'estremo difensore lucano. Strambelli, nativo di Bari, gioca il suo personale derby e al minuto 38 prova ad impensierire Perucchini direttamente su punizione, pallone non lontano dall'incrocio dei pali. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-0. 

Nella ripresa Sernicola mette nuovamente alla prova i riflessi di Perucchini staccando di testa su corner di Strambelli. Al 52' Torromino prova a giro, mira non perfetta. Armellino, ex di turno, tenta la conclusione e Golubovic si distende mettendo in calcio d'angolo. Al 62' Lecce in vantaggio: Pacilli verticalizza per Torromino che poggia per Mancosu, il centrocampista prende la mira e calcia dai 35 metri pietrificando il portiere avversario. Un destro di rara potenza e precisione che si infila nel sette togliendo la ragnatela. Liverani cambia e inserisce forze fresche: fuori Pacilli e Caturano, dentro Costa Ferreira e Di Piazza. I due neo-entrati, al 68', si rendono subito protagonisti con il portoghese che inventa, l'attaccante prova il sinistro a incrociare e sfiora per poco il raddoppio. All'87' ancora Di Piazza si mette in proprio, entra in area e prova con il destro colpendo il palo con Golubovic immobile. Il forcing finale dei biancazzurri risulta vano, il Lecce stringe i denti e sbanca Matera. Un successo vitale quanto fondamentale per la truppa di Liverani che, in concomitanza con il ko del Catania con la Sicula Leonzio (1-2 il finale), permette ai salentini di allungare in vetta. Il Lecce c'è e vola a più 4 anche sull'outsider Monopoli.

MATERA-LECCE 0-1

MATERA (3-4-3): Golubovic; Buschiazzo (70′ Battista), De Franco, Mattera; Angelo, De Falco, Urso (88′ Maimone), Sernicola (76′ Macciucca); Strambelli, Giovinco (76′ Salandria), Casoli. Panchina: Mittica, Tonti, Stendardo. Allenatore: Auteri.

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore (94′ Megelaitis), Riccardi, Marino, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Pacilli (64′ Costa Ferreria); Caturano (64′ Di Piazza), Torromino (76′ Ciancio). Panchina: Chironi, Vicino, Valeri, Lezzi, Tsonev, Dubickas, Gambardella. Allenatore: Liverani.

RETI: 62′ Mancosu

ARBITRO: Sig. Sozza di Seregno

AMMONITI: De Franco, Sernicola, De Falco (M); Riccardi (L). 

Luigi D'Ambrosio

I più Letti

Facebook

 

 

Real Time Web Analytics