MARTINA Piero Lacarbonara a 360°: “Mi appello all’orgoglio martinese per vincere il Campionato”. E sull’ipotesi doppio salto in Eccellenza…

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Giovedì, 16 Marzo 2017 11:37

Il Presidente del sodalizio itriano, in esclusiva ai microfoni di CdT, ha affrontato diversi punti: le ultime quattro gare, la questione-Tursi, oltre che l’ipotesi di compiere un doppio salto di categoria…

In casa Martina, la mancata iscrizione in Lega Pro, a seguito dell’impasse societario susseguitosi dopo l’inutile (con il senno di poi) impresa nel doppio confronto play-out al cospetto del Melfi, è soltanto un triste ricordo. Un gruppo di tifosi, presieduto da Piero Lacarbonara, ripartendo dalla 1^Categoria, vogliono ridare lustro e dignità ai colori biancoazzurri: a quattro giornate dal termine, il primo step (la Promozione) di un progetto a medio-lungo termine è nelle mani della compagine itriana che, in caso di sole vittorie nelle prossime uscite, risolverebbe a suo favore il testa a testa contro la Vigor Moles.

In esclusiva ai microfoni di Colpo Di Tacco Web, il Presidente Lacarbonara ha fatto luce sulla situazione in casa biancoazzurra:

Dipende tutto da noi: vincendole tutte, raggiungeremmo la Promozione, primo grande step di un progetto che, coerentemente con lo slogan (“Riprendiamoci la nostra storia”) che ha contraddistinto il nostro avvento, punta a riportare Martina Franca ai fasti di un tempo. Le prossime quattro gare saranno decisive, ma allo stesso tempo complesse: penso, ad esempio, al Norba Conversano in serie utile da diverse giornate, ma indipendentemente da chi andremo ad affrontare, l’obiettivo resta identico. Per queste ultime gare, poi, dovremmo avere nuovamente a disposizione Birtolo e La Neve, calciatori che daranno un grosso peso in termini di qualità ed esperienza alla squadra”.

Resta da conseguire, tuttavia, un altro obiettivo, anche se fuori dal campo: ri-avere il “Tursi”.

Attualmente la politica locale vive una fase di stallo: alla Città manca il Sindaco per via del Commissariamento, di conseguenza qualunque tipo di problematica (compresa la questione-stadio) è rimandata al post-elezioni. Indipendentemente da chi arriverà, la nuova amministrazione dovrà immediatamente far fronte al problema “Tursi”: è inconcepibile che squadra, società e tifoseria debbano accontentarsi di disputare le gare interne al “Pergolo”, struttura assolutamente non idonea non solo ad un torneo di Promozione, ma probabilmente anche ad uno di 1^Categoria”.

Otto anni, due fallimenti: la tifoseria del Martina, però, sembra aver ritrovato l’entusiasmo di un tempo, a testimonianza di ciò lo striscione “Oltre la Categoria”.

E’ meglio dimenticare, o accantonare, ciò che è accaduto in passato: il calcio è complesso, servono competenza e voglia di mettersi in gioco per ottenere dei risultati. Noi siamo ripartiti soprattutto per la tifoseria, d’altronde lo scorso anno eravamo semplici tifosi anche noi: sono encomiambili, ci seguono dappertutto e ciò ci dà ancora più voglia di far bene. Siamo trasparenti, fattore fondamentale affinchè si possa costruire un calcio che leghi società e supporters”.

Sguardo al futuro: possibile partecipazione/affiancamento dell’imprenditoria locale ed ipotesi doppio-salto 1^Categoria-Eccellenza, senza passare dalla Promozione.

La nostra società è aperta a qualsiasi forma di collaborazione, fermo restando che alla base vi sia trasparenza. Vogliamo creare una sorta di ‘Martina per Sempre’, di conseguenza riteniamo che una fitta rete di collaborazioni possa essere un viatico fondamentale affinchè ciò accada. Sull’ipotesi doppio-salto, qualora ve ne sia la possibilità, non ci tireremo indietro, ma soltanto a patto che il Martina reciti un ruolo da protagonista: preferisco di gran lunga una squadra che punti a vincere in Promozione, piuttosto che un Martina nell’anonimato in Eccellenza".

Auspici ed appelli finali:

Ritengo superfluo chiedere il supporto della gente, poiché vi è già. Mi appello soltanto all’orgoglio cittadino: noi siamo Martina, dobbiamo imporci sempre e comunque. Vincere il campionato è nelle nostre corde e faremo di tutto affinchè ciò accada”.

Vito Di Noi

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics