Mancosu illude, Coda risponde: Lecce-Benevento finisce 1-1

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Sabato, 19 Gennaio 2019 16:16

Il Lecce apre il 2019 con un pareggio contro il Benevento. Al vantaggio di Mancosu risponde Coda

Marco Mancosu esulta con i compagni Marco Mancosu esulta con i compagni Foto DAZN

Torna la Serie B e la ventesima giornata mette a confronto Lecce e Benevento. Liverani si affida al consueto 4-3-1-2 lanciando Tachtsidis dal primo minuto. Bucchi risponde col 3-5-2 con il tandem Insigne-Coda. Il Lecce parte forte e con La Mantia impegna severamente Montipò con una zampata su cross di Mancosu dalla destra, sulla respinta Scavone non ci arriva per un soffio. Al 16' cross di Falco per Scavone che mette nuovamente alla prova gli ottimi riflessi di Montipò. Al 23' Lucioni esce palla al piede e pennella per La Mantia, la sua girata termina sopra la traversa. Al tramonto del primo tempo viene fuori il Benevento con una soluzione personale di Coda, botta centrale respinta in angolo da Vigorito. 

Nella ripresa, nessuna variazione. Il copione non cambia, Falco prova l'incursione palla al piede e conclude con il destro costringendo Montipò alla respinta in angolo. All'8' Mancosu imita il compagno dal lato opposto e conclude con il sinistro trovando soltanto l'esterno della rete. Al 17', però, il Lecce passa: azione avviata centralmente, Falco guadagna metri, porta a spasso un paio di avversari e con la coda dell'occhio vede e serve Mancosu che, una volta davanti al portiere, la piazza con un colpo da biliardo: palo e gol del vantaggio. Trascorrono nove minuti e i sanniti rimettono il risultato in parità: lancio lungo per vie centrali, la palla schizza, Insigne prolunga con l'esterno per Coda che si ritrova davanti a Vigorito e non sbaglia incrociando con il sinistro. È 1-1. Liverani cambia, dentro Haye per Tachtsidis, debutto poco sopra la sufficienza per il greco che non vedeva il rettangolo verde da tempo. Al 28' Falco sfiore un gol-capolavoro, sinistro al volo da fuori area che non centra il bersaglio per questione di centimetri. Entra anche Palombi per La Mantia. Non c'è più tempo, termina in parità. Lecce e Benevento non si fanno male e portano a casa un punto a testa che alimenta ugualmente le ambizioni di entrambe le formazioni

Classifica: Palermo 37; Pescara, Brescia 32; Lecce 31; Verona, Benevento 30; Cittadella 27; Perugia, Spezia 26; Salernitana, Ascoli 24; Cremonese 22; Venezia 21; Cosenza 19; Carpi 17; Foggia 16; Livorno 15; Crotone 14; Padova 12.

* -8 di penalizzazione

Luigi D'Ambrosio

Facebook

Real Time Web Analytics