Liverani sbaglia formazione, ma stavolta non rimedia: il Brescia cala il tris al Lecce

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Sabato, 14 Dicembre 2019 16:36

Liverani sbaglia formazione, ma stavolta non rimedia: il Brescia cala il tris con Chancellor, Torregrossa e Spalek

Il Brescia cala il tris al Lecce Il Brescia cala il tris al Lecce Foto Serie A Twitter

Il Lecce cade sul campo del Brescia. Avvio buono dei giallorossi che, però, faticano a trovare il passaggio giusto negli ultimi metri. Calderoni tenta la botta da fuori, Alfonso respinge e Lapadula sfiora il gran gol in rovesciata volante. Al 32' Tachsidis mette giù Balotelli regalando un prezioso calcio di punizione sulla trequarti: Sabelli scodella al centro, Torregrossa fa la sponda e Spalek appoggia per Chancellor che deposita in rete. Al 44' pasticcio difensivo dei salentini: Calderoni non prende posizione su Sabelli, Gabriel esce in maniera scellerata battezzando fuori il pallone e lo stesso Sabelli serve al centro l'indisturbato Torregrossa che raddoppia a porta sguarnita. Nella ripresa entra Falco per Shakhov. Il numero dieci prova a riaprirla su calcio da fermo, la sfera finisce fuori di poco dopo aver sfiorato l'incrocio dei pali. Al 61' il Brescia la chiude: traversone per Torregrossa che vince un contrasto con Rispoli e serve sulla corsa Bisoli, quest'ultimo regala a Spalek un pallone solo da appoggiare in porta. È 3-0, pratica archiviata. Nel frattempo si fa male Majer, dentro Farias al posto dello sloveno. Al 72' entra anche Babacar per Calderoni, il senegalese ha subito una grande occasione, ma è bravo Alfonso a respingere. Non c'è più tempo, il Lecce torna a casa a mani vuote perdendo un importante scontro diretto contro un ritrovato Brescia. Corini sorride e mercoledì, vincendo il recupero col Sassuolo, potrebbe compiere anche il sorpasso ai danni dei giallorossi. Liverani, invece, sbaglia nuovamente formazione lasciando in panchina sia Falco che Farias: entrambi non avevano i 90 minuti, ma almeno uno dei due avrebbe potuto trovare spazio dal 1' (Shakhov, La Mantia e Lapadula rendono l'attacco troppo statico). Le sue mosse, stavolta, non funzionano e, contro il Bologna, urge il pronto riscatto. Inoltre, vista l'emergenza a centrocampo e il brutto infortunio di Majer, chissà se nel prossimo turno arriverà la tanto attesa chance per Imbula, elemento che non ha mai goduto della fiducia del tecnico e finito inspiegabilmente troppo presto nel dimenticatoio.

CLASSIFICA: Inter 38; Juve 36; Lazio 33; Cagliari, Roma 29; Atalanta 28; Parma 24; Napoli 21; Milan, Torino 20; Verona 18; Fiorentina, Bologna 16; Sassuolo*, Lecce, Udinese 15; Brescia* 13; Sampdoria 12; Genoa 11; Spal 9.

*una partita in meno

Luigi D'Ambrosio

Facebook

Real Time Web Analytics