Lecce, un altro pari: Liverani si complica la vita e col Sassuolo finisce 2-2

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Domenica, 03 Novembre 2019 16:13

Al Lecce non bastano Lapadula e Falco. Nel finale, dopo il gol di Toljan siglato nel primo tempo, arriva la rete di Berardi. Liverani si chiude, perde due punti e crea il caso Babacar

Lapadula sblocca l'incontro ripetendosi dopo la rete di Marassi Lapadula sblocca l'incontro ripetendosi dopo la rete di Marassi Foto Sassuolo Twitter

Il Lecce, dopo il pareggio di Genova con la Sampdoria, ospita il Sassuolo nell’undicesima giornata. Liverani, privo dello squalificato Tachsidis, si dispone col consueto 4-3-1-2, conferma la difesa e schiera Majer dal primo minuto in mezzo al campo, in avanti Mancosu alle spalle della coppia Lapadula-Babacar. De Zerbi risponde col 4-2-3-1 con Romagna al centro della difesa, Obiang e Locatelli in cabina di regia, Berardi, Traoré e Boga a supporto di Defrel. I neroverdi partono forte, ma Boga alza da due passi sopra la traversa sprecando l’ottimo assist in verticale di Berdardi. Il Lecce risponde con Majer, lo sloveno calcia e costringe Consigli alla deviazione in angolo. Dopo 15 minuti, a sorpresa, esce l’ex di turno Babacar: il senegalese sembra dolorante, ma al momento del cambio si lamenta con Liverani che al suo posto inserisce Falco. Al 18’ lancio lungo di Rossettini, Lapadula fa una giocata straordinaria e sblocca il match: aggancio volante col sinistro e conclusione con il destro, Lecce in vantaggio. Ancora Majer impegna Consigli, ma il Sassuolo non ci sta e al 35’ pareggia con Toljan che sfrutta al meglio un buco creatosi sul versante sinistro difensivo dei giallorossi. Gara viva e piena di occasioni. Al 42’ Lapadula si guadagna una punizione dal limite, calcia Falco e il suo sinistro disegna un arcobaleno perfetto che si spegne sotto l’incrocio. Salentini nuovamente in vantaggio e arriva il tanto agognato primo gol in Serie A per il fantasista di Pulsano. Squadre negli spogliatoi dopo due minuti di recupero. Nella ripresa la gara resta equilibrata, ma Liverani ci mette del suo e si chiude prima del dovuto: fuori Majer, dentro Riccardi (al debutto in A) e difesa a cinque. A quel punto il Sassuolo prende campo, De Zerbi inserisce anche Djuricic e Duncan. Il Lecce resta ormai chiuso nella propria metà campo, schiacciato senza trovare spazi per ripartire palla al piede. All’85', dopo esserci andato vicino in precedenza, Berardi trova il pareggio raccogliendo una respinta corta della difesa su tiro di Defrel. Nel finale doppia occasione per i giallorossi: Calderoni mette al centro dalla sinistra, Lapadula viene anticipato all’ultimo da Marlon; successivamente Consigli è provvidenziale in uscita su Lapadula. Non c’è più tempo, finisce 2-2. Un buon Lecce rovina tutto nella seconda frazione e frena ancora. Liverani, oggi probabilmente poco lucido nelle scelte, sale a quota 10 in classifica, a pari punti con il Sassuolo, e dovrà fare inevitabilmente i conti con il caso Babacar, creatosi a causa di una cattiva gestione dei momenti e per via di una scarsa comunicazione con il senegalese.

Luigi D’Ambrosio

Facebook

Real Time Web Analytics