Lecce-Juventus, le pagelle dei giallorossi: Gabriel sempre presente! Babacar si sacrifica, brillano Lucioni, Petriccione e Mancosu

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Domenica, 27 Ottobre 2019 15:05

Il Lecce pareggia per 1-1 contro la Juventus. A seguire le pagelle dei giallorossi

Lucioni contrasta Higuain Lucioni contrasta Higuain Foto Marca

GABRIEL 7 - Contro avversari di rango si dimostra all'altezza della situazione con interventi decisivi. Dybala era sul punto di esultare, ma il suo sinistro trova il prodigio del numero uno giallorosso.

MECCARIELLO 6,5 - Compito arduo svolto senza paura. I bianconeri affondano spesso sulla loro sinistra, ma lui cade sempre in piedi. Esaurite le energie esce dal campo tra gli applausi (71' RISPOLI 6 - Entra con l'atteggiamento giusto in un finale rovente).

LUCIONI 6,5 - Gara giocata con la massima attenzione. Mancava CR7, ma c'erano Dybala e Higuain, non due giocatori qualunque. A testa alta!

ROSSETTINI 6 - Forte nel gioco aereo, ma leggermente in difficoltà nella circolazione della palla. Cresce nel finale quando la Juve cerca il gol della vittoria, opponendosi con determinazione.

CALDERONI 6 - Dalla sua parte Dybala è pericoloso ed imprevedibile. Soffre il talento argentino, ma appena può si sgancia con i tempi giusti e nel finale dà tutto per arginare gli attacchi bianconeri, più insidiosi con l'ingresso dell'ex Cuadrado.

PETRICCIONE 6,5 - Dinamismo, temperamento e sacrificio. I campioni d'Italia si trovano di fronte un ostacolo difficile da superare. Unico neo della sua gara non aver calcolato bene il contrasto su Pjanic da cui nasce il rigore per la Juventus.

TACHTSIDIS 6 - Il passaggio di prima è la sua qualità migliore. Con gli avversari che ha di fronte non sempre riesce a farlo e di conseguenza la sua prestazione è prevalentemente difensiva. Apprezzabile, comunque, lo spirito di sacrificio.

MAJER 6 - Pronti e via e lo sloveno ha la possibilità di segnare con un gran tiro dal limite. Szczesny si oppone alla grande. La sua partita continua marcando e ostacolando gli avversari. Un lavoro poco appariscente, ma dispendioso. Esausto lascia il terreno di gioco (58' TABANELLI 6 - Entra bene in partita nel momento più intenso, mettendo a disposizione energie fresche e fisicità).

MANCOSU 6,5 - Calcia benissimo il rigore spiazzando Szczesny. Non è al meglio fisicamente ma stringe i denti con grande sacrificio.

FARIAS 5,5 - Non ripete la prova di Milano e la sua voglia di strafare lo porta a sbagliare parecchio anche nelle giocate più semplici (LAPADULA 6 - Porta vigore pressando su tutti. Spaventa De Ligt che commette il fallo del rigore).

BABACAR 6 - Poco produttivo in fase d'attacco, ma utilissimo in fase difensiva, come un mediano di copertura. Sacrificio e umiltà a servizio della squadra.

LIVERANI/COPPOLA 7 - Con un risultato simile si può benissimo sostenere che non sia stato sbagliato nulla. Un risultato straordinario che fa coppia col pareggio di San Siro. Sulla carta, in queste due gare il pronostico sarebbe stato zero punti. Il Lecce di Liverani, però, sa giocare a calcio. Nella partita contro i bianconeri di Sarri, i tecnici effettuano i cambi con giudizio e competenza calcistica. L'apoteosi finale del pubblico, oltre a sottolineare il risultato positivo, infonde la convinzione dell'ambiente che il prossimo anno il Lecce giocherà ancora nella massima serie.

Vincenzo Congedo

Facebook

Real Time Web Analytics