GROTTAGLIE Ufficiale il ritorno di Camassa. Il capitano: "Riaccendiamo l'entusiasmo della gente"

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Domenica, 23 Luglio 2017 08:24

Lo storico capitano biancoazzurro ritorna a giocare nella sua città natale per trascinare il calcio grottagliese verso lidi più consoni al blasone dell'Ars Et Labor

GROTTAGLIE Ufficiale il ritorno di Camassa. Il capitano: "Riaccendiamo l'entusiasmo della gente" Foto: Ufficio Stampa Ars Et Labor

Gran colpo dell’Ars et Labor Grottaglie, il Direttore Sportivo Mimmo Ligorio riporta in biancoazzurro capitan Camassa, un pilastro nel reparto difensivo di mister Marinelli. Mimmo Camassa, grottagliese, classe 79, dopo oltre 400 presenze con la maglia dell’Ars et Labor e un totale di circa 700 presenze nei campionati dilettantistici, ritorna a vestire i colori della squadra della sua città. Difensore centrale puro, cresciuto nelle giovanili del Grottaglie, ha giocato in serie D con Grottaglie, Ostuni, Francavilla in Sinni, Atessa val Di Sangro, in Eccellenza con Locorotondo, Ostuni ed Hellas Taranto, nella stagione scorsa ha rivestito i colori gialloblu dell’Ostuni in Promozione sfiorando i Play-Off. Un giocatore con personalità e carattere che rappresenta la professionalità più spinta del dilettantismo. Camassa, a dispetto della carta di identità si presenta fisicamente perfetto, integro e atleticamente preparato grazie alla sua dedizione al lavoro, una sicurezza sulla linea di difesa da fare invidia a qualsiasi squadra. Per capitan Camassa la stagione 2017/18 sarà l’esordio in Prima Categoria, un campionato nuovo che non può spaventare un uomo con tanta esperienza sulle spalle. Il Grottaglie con questo quarto innesto dimostra la volontà di mettere in chiaro subito la sua posizione di partenza nell’ambito del campionato e della Coppa.

Le prime parole di Mimmo Camassa dopo la chiusura dell’accordo: “Sono molto contento, mi fa piacere rigiocare nel Grottaglie. Posso dire che giocare qui è stata una scelta dettata dall’affetto per i colori e per il progetto societario. So che avremo delle grosse responsabilità sulle spalle, sinceramente le responsabilità non mi pesano, fanno parte del gioco anzi sono motivazioni in più. Il nostro obiettivo è riaccendere l’entusiasmo nella gente, riportare i tifosi allo stadio e far ritornare a parlare in giro del Grottaglie. Ci sono le prerogative per lavorare bene e di conseguenza aumenteranno le possibilità di vittoria. Non pensavo potessi giocare in Prima Categoria ma credo che si possa fare calcio anche qui, mettendo tutti i mattoncini al proprio posto riusciremo a costruire qualcosa di importante. La storia siamo noi, siamo di un’altra categoria, dimostriamolo dentro e fuori dal campo, vi voglio tutti al D’Amuri.”

Fonte: Ufficio Stampa Ars Et Labor Grottaglie

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics