BITONTO Tina Aluisio a CDT: "A Cerignola è girato tutto storto, ma restiamo uniti". Poi la precisazione: "Smentisco..."

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Mercoledì, 05 Aprile 2017 09:34

La numero uno del sodalizio neroverde, ai nostri microfoni, ha fatto il punto della situazione dopo il pesante ko patito in terra ofantina; la Serie D, tuttavia, resta l'obiettivo da conseguire tramite play-off

A sx il Ds Sgrona, a dx la Presid.ssa Aluisio A sx il Ds Sgrona, a dx la Presid.ssa Aluisio Foto: U.S.Bitonto 1921/Pagina Facebook

La delusione per la sconfitta patita a Cerignola è ancora palpabile in casa Bitonto: in soli 90’, la compagine neroverde ha visto sfumare un sogno chiamato Serie D, rincorso sin dalla 1^giornata, ma nonostante tutto ancora raggiungibile tramite play-off.

Ai microfoni di CdT, è la Presidentessa Tina Aluisio a fare il punto della situazione:

La sconfitta c’è stata, ed è stata pesante in termini di dimensioni: ne prendiamo atto, senza però dimenticare quanto di buono sia stato fatto nelle precedenti ventotto giornate, nelle quali la squadra ha quasi sempre occupato prima e seconda posizione. I ragazzi hanno dato tutto, ragion per cui non è minimanente pensabile buttar via un’intera stagione, a causa di un match in cui è girato tutto storto”.

Sull’accoglienza riservata dal Cerignola al Bitonto, il numero uno neroverde chiarisce:

Innanzitutto, ci tengo a complimentarmi con il Cerignola, il quale ha stra-meritato la Promozione in D. Smentisco quanto apparso su alcune testate circa minacce subite da alcuni dirigenti ofantini i quali, al contrario, ci hanno riservato un’accoglienza splendida. Meno splendida, invece, è stata quella riservataci da alcuna parte della tifoseria gialloblù: nel calcio gli sfottò ci stanno, ci devono essere, ma è inconcepibile che questi ultimi attacchino la dignità di una persona. Non mi aspettavo un’accoglienza condita da rose e fiori, ma da donna di sport pretendo il rispetto per l’avversario”.

Nonostante il ko di Cerignola, la Serie D è ancora raggiungibile tramite play-off: l’auspicio è di disputare quelli nazionali, senza passare da quelli regionali:

Sì, l’auspicio è quello, anche se non ci faremo cogliere impreparati qualora dovessimo affrontare anche lo spareggio interno al girone. L’obiettivo è quello di raggiungere la Serie D, qualora non dovessimo riuscirci ne prenderemo atto, ma non possiamo rimproverarci nulla: abbiamo costruito una famiglia, composta innanzitutto da uomini veri e successivamente da calciatori validi. Non ci abbattiamo: puntiamo con forza a ripartire per riprenderci quanto perso a Cerignola”.

Vito Di Noi

I più Letti

Facebook

 

 

Real Time Web Analytics