BARI Il neo acquisto Filippini si presenta: "Bari splendida partenza per un giovane"

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Giovedì, 14 Agosto 2014 15:02

In questo momento non credo ci sia squadra migliore del Bari in Serie B; dedico tutto a Mirko Fersini

BARI Il neo acquisto Filippini si presenta: "Bari splendida partenza per un giovane" Foto corrieredellosport.it

«Bari, splendida partenza per un giovane». Sono state queste le prime parole rilasciate al sito ufficiale del club, di Lorenzo Filippini, diciannovenne difensore prelevato nei giorni scorsi dalla Lazio ed approdato alla corte di Gianluca Paparesta. «Fa sempre piacere essere considerati giocatori di prospettive – ha detto il giovane talento – ma non esageriamo. Sono giovane è ho tanto da imparare. Ma non mi manca, di certo, la determinazione e la volontà per farlo». Devis Mangia gli offre la possibilità di esplodere in un torneo difficile e duro come quello di Serie B: «è una sfida importante e nello stesso tempo interessante – ha proseguito Filippini – avevo diverse offerte dalla B ma non credo che ci sia squadra migliore del Bari, in questo momento. Quando il mio procuratore mi ha detto dell’interessamento barese gli ho subito detto di andare a fondo. Penso sia una splendida partenza per un giovane. Qui tutto sembra progettato per qualcosa d’importante. C’è un’aria particolare e, poi, che dire di questa tifoseria. Ho visto di cosa è capace e dell’entusiasmo che riesce a trasferire alla squadra. È anche per loro che sono qui». Come idolo ha Maldini. Come maestri indica Simone Inzaghi e Alberto Bollini. Come i ragazzi della sua età passa molto tempo sui social network, ovviamente, lontano dagli impegni calcistici. In campo, invece? «Sono un difensore centrale che può ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro – spiega – sono piuttosto attento nella fase difensiva ma non disdegno quella offensiva. In entrambi i casi riesco a tenere bene la posizione». Un laziale sulla sinistra e un romanista sulla destra. Fra lui e Sabelli un derby in nome del Bari. «Non lo conosco bene – confida sorridendo – mi hanno della sua fede capitolina. Dovrò stare attento». Diventa serio, invece, tanto da non riuscire a trattenere le lacrime quando ricorda Mirko Fersini il giovane giocatore laziale e suo compagno di reparto deceduto a seguito di un incidente con la moto nell’aprile del 2012. «Voglio dedicare a lui tutto quanto mi sta di bello accadendo. Non lo dimenticherò».

Teodoro Lerro

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics