BARI Con il Savona si fa sul serio. Mangia squalificato ma determinato: “Nessun calcio di agosto, vogliamo vincere”

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Sabato, 16 Agosto 2014 20:50

In panchina andrà il vice Paolo Cozzi, in campo mancheranno anche gli squalificato Caputo e Defendi

BARI Con il Savona si fa sul serio. Mangia squalificato ma determinato: “Nessun calcio di agosto, vogliamo vincere” Foto Lerro

Si fa sul serio. Il secondo turno di Tim Cup contro il Savona vale tanto per mille motivi e Devis Mangia lo sa bene. Per questo motivo, il tecnico lombardo parlando per mezzo del sito ufficiale del club è chiaro nel trasmettere il concetto per il quale: ”nessun calcio di agosto, vogliamo vincere». Idee chiare per il primo appuntamento ufficiale della stagione: «mi aspetto un Bari che prosegua sul percorso di crescita iniziato i primi giorni di lavoro – spiega Mangia – incontreremo delle difficoltà, questo è normale, ma dobbiamo cercare di fare il meglio per andare avanti. Ci troviamo ad un punto della preparazione in linea con i programmi di agosto. Detto questo, il nostro pensiero, indipendentemente dal momento della stagione, sarà quello di cercare sempre di migliorarci». Un test valido anche per tastare il polso del gruppo: «per molti la Tim Cup è un passaggio obbligato in cui testare la squadra in attesa del campionato. Per molti ma non per noi – continua il nuovo allenatore dei galletti – giochiamo tutte le partite per vincere anche le amichevoli infrasettimanali. Ancor di più una ufficiale come quella di domani». Mancheranno gli squalificati Caputo e Defendi e lo stesso tecnico. «La mia assenza è la meno importante. I miei collaboratori conoscono perfettamente il mio pensiero e sanno cosa fare. Abbiamo un’idea univoca e la mia assenza non provocherà nessun tipo di contraccolpo. Per quanto riguarda gli squalificati e qualcun altro che non sta benissimo, non sono solito trovare alibi. Dispiace per la loro assenza ma in ogni caso abbiamo tutte le risorse fare una buona partita». Sarà una verifica importante per la difesa. «Direi un banco di prova per tutta la squadra e non per un reparto o il singolo. Tutti devono dimostrare la crescita e mettere in pratica il lavoro fatto finora. C’è un solo risultato in palio e dobbiamo c’entrare l’obiettivo». Un commento è giunto anche da Paolo Cozzi suo vice che domani dirigerà la squadra dalla panchina. «L’ho avuto come giocatore a Varese e nella Tritium, poi come collaboratore nella primavera del Varese. Ci siamo trovati bene e, da allora, mi ha accompagnato in tutte le mie avventura affrontate fino ad ora».

Teodoro Lerro

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics